La penultima data del tour mondiale di Lundini ad Art’inScena
25/07/2019
La penultima data del tour mondiale di Lundini ad Art’inScena


Seconda giornata per il festival di Castiglion Fiorentino con la direzione artistica di Francesco Montanari e Alessandro Bardani
Inizio in giallo per la seconda giornata del festival Art’inScena, venerdì 26 luglio, con lo scrittore Andrea Cedrola invitato a presentare il suo ultimo romanzo, fresco di stampa: “Corpi di passaggio”, edito da Fandango. A moderare l’incontro, con inizio alle ore 19:00 ad ingresso libero, Andrea Delogu, conduttrice e scrittrice che con Andrea Cedrola è coautrice del libro “La collina” del 2014.
Lo scrittore cilentino, romano d’adozione, torna con “Corpi di passaggio” al personaggio imprevedibile di Gerardo Conforti in una Roma del 1953, delle automobili di lusso, delle riviste patinate e delle prime star, di via Margutta e dei locali del centro, dispiegando un’indagine dettagliata e avvincente ispirata al caso Montesi, il primo caso giudiziario a rivelare nel nostro paese il legame tra soldi, potere e politica, un legame destinato a segnare il secondo Novecento.
Sempre nell’Area Museale del Cassero ancora a ingresso libero, con inizio alle 21:15, salirà sul palcoscenico di Art’inScena Valerio Lundini, autore, attore e musicista, conosciuto per i suoi testi sulla rivista Linus e per le collaborazioni, tra gli altri, con Nino Frassica e Lillo & Greg. Con “Penultima Data del Tour Mondiale”, tra una spiacevole corsa in taxi per raggiungere il teatro e una gara di laicità fra due appassionati di Papa Francesco, tra un "Ted Talk" all’americana su frasi fatte e social network e improvvisi quiz televisivi con verbosi concorrenti telefonici, Valerio Lundini porterà a Castiglion Fiorentino uno spettacolo in cui rivivono e convivono forzatamente tra loro alcuni degli sketch che non poteva proporre, come autore, ad altri proprio per una sua difficoltà a spiegarli. Cosa che in genere, nella proposta al pubblico, non capita.
Una serata ironica nel segno del dialogo con il pubblico in attesa degli eventi di sabato e domenica, in particolare dell’incontro con Francesco Montanari in “Perché leggere i classici” (sabato 27) e con Giancarlo Giannini in “Le parole note” (domenica 28).