DARIO BALLANTINI APRE LA STAGIONE TEATRALE A CASTIGLION FIORENTINO Al Teatro Mario Spina lo spettacolo Ballantini & Petrolini.
06/11/2019
DARIO BALLANTINI APRE LA STAGIONE TEATRALE A CASTIGLION FIORENTINO Al Teatro Mario Spina lo spettacolo Ballantini & Petrolini.



Dario Ballantini, il trasformista di Striscia La Notizia porta a teatro un cavallo di battaglia del suo repertorio, il grande
Ettore Petrolini. Con la consueta maniacale ostinazione per il totale camuffamento, l’artista livornese riesce a far
rivivere, in una versione più aderente possibile all’originale, sette personaggi creati dal grande comico romano nato a
fine ‘800: Gigi Il Bullo, Salamini, la Sonnambula, Amleto, Nerone, Fortunello e Gastone, si ripresentano in scena nel nuovo millennio. Tra un personaggio e l’altro, Ballantini si trucca a vista utilizzando una sorta di camerino aperto,
recuperando anche i suoi vecchi trucchi teatrali. L’Artista livornese approfondisce alcuni contenuti ed osservazioni,
per spiegare e dare importanza al recupero di memoria collettiva e per preservare il futuro dei comici, dalla mancanza
di agganci culturali col passato.
Ettore Petrolini può essere infatti considerato il precursore di tutta la comicità italiana, pure moderna compresa
la versatile creazione di personaggi che, corredati da rudimentali trucchi speciali sono stati anche di ispirazione per
molti grandi interpreti della scena italiana. Il lavoro di ricerca di trucchi e costumi originali, restituisce l’atmosfera pionieristica di questo genio assoluto. Il commento musicale e la riproposizione dei successi “Petroliniani” sono affidati
al virtuoso fisarmonicista e compositore Marcello Fiorini che ne ha curato anche gli arrangiamenti. La Regia, dopo il
successo dello spettacolo “Da Balla A Dalla – Storia di un imitazione vissuta” tutt’ora in scena nei Teatri, è affidata a
Massimo Licinio. Scenografia Sergio Billi, Costumi Dario Ballantini e Nadia Macchi, Sartoria Enrica Bombardieri Direzione tecnica Claudio Allione, Accessori Trucchi Mariangela Palatini, Coordinamento Produzione Nadia Macchi
Foto Pino Le Pera Dario Ballantini è noto al grande pubblico per le sue trasformazioni, fra cui citiamo Vasco Rossi, Bruno Vespa, Luca Cordero di Montezemolo, Gianni Morandi, Ignazio La Russa, Donald Trump, Gino Paoli, Matteo Renzi, e tantissimi altri ancora, fra cui anche il suo celeberrimo Valentino. Figlio e nipote d’arte, Dario Ballantini (Livorno 1964) alterna la sua carriera di pittore e trasformista comico dal 1984 anno in cui consegue il diploma di maturità artistica. In tv ha lavorato soprattutto con Corrado Mantoni ad inizio carriera e con Antonio Ricci a “Striscia la Notizia“ da 25 anni. In teatro ha esordito nel 1987 con compagnie dialettali proseguendo negli anni coi suoi spettacoli di trasformismo, una pièce dedicata a Petrolini nel 1994 fino all’omaggio a Lucio Dalla con “Da Balla a Dalla” del 2014.Per il cinema ha lavorato tra gli altri con Alessandro Benvenuti, Silvano Agosti, Pupi Avati, Paolo Virzì, Leonardo Pieraccioni, Giovanni Veronesi e Roan Johnson. Di lui Antonio Ricci ha scritto “doppio, multiplo di se stesso, invasato, posseduto e possessore, fosco e candido, inquietante sempre”. In radio è stato conduttore e co-autore per 3 anni del programma “Ottovolante” a Radio 2 che gli è valso il premio Flaiano nel 2013. Pittore neoespressionista, è ossessionato dal vuoto di fondo di un mondo pieno di varianti infinite. Ritrae spesso un volto anonimo, apportando mutamenti di un tema dai contorni anche mentali di una maschera, l’uomo che siamo chiamati ad essere. Achille Bonito Oliva lo ha definito una scultura vivente che con le sue trasformazioni attua una personale forma di arte del corpo.
Prevendita
Pro Loco Castiglion Fiorentino , piazza Risorgimento
dal lunedì al sabato ore 10 - 12 e 16 - 18