24 e 25 ottobre: i giorni dell’olio nuovo. Fine settimana dedicato alla degustazione dell’olio.
19/10/2020
24 e 25 ottobre: i giorni dell’olio nuovo.   Fine settimana dedicato alla degustazione dell’olio.


Fine settimana dedicato all’oro verde. In concomitanza con la quarta edizione della “Camminata tra gli Olivi” in programma domenica 25 ottobre, l’amministrazione comunale vuole promuovere  l’evento della Città dell’Olio anche coinvolgendo le attività di ristorazione. Infatti, nel prossimo fine settimana sarà possibile degustare l’olio nuovo di produzione locale presso i ristoranti, una ventina, aderenti all’iniziativa. La novità di quest’anno è quella di coinvolgere le attività di somministrazione in modo tale che il turista o visitatore di turno oltre a vedere i nostri paesaggi castiglionesi potrà degustare dell’ottimo olio nuovo. La locandina della manifestazione sarà la vetrina della promozione e verrà esposta all’ingresso di ogni locale di ristorazione e indicherà l’adesione alla due giorni. Camminare circondati dal suggestivo paesaggio degli olivi, che in ogni parte d’Italia vestono le nostre colline è l’esperienza inedita e unica della Giornata nazionale della Camminata tra gli Olivi, una iniziativa promossa dall’Associazione Città dell’Olio domenica 25 ottobre in 86 città italiane tra cui Castiglion Fiorentino.  Nelle 16 Regioni coinvolte – dalla Lombardia alla Sardegna – tanti itinerari in un’unica data per una passeggiata dedicata a famiglie e appassionati alla scoperta del patrimonio olivicolo italiano attraverso paesaggi legati alla storia ed alla cultura dell’oro verde. Castiglion Fiorentino ha selezionato un tragitto tra gli olivi con caratteristiche uniche dal punto di vista storico e ambientale. “La Camminata tra gli Olivi è un’occasione per ristabilire un legame tra i cittadini e la propria terra, un modo per far conoscere il paesaggio di una grande civiltà millenaria e per far scoprire ai tanti appassionati della cultura enogastronomica del nostro paese i territori di origine del prodotto attraverso gli alberi di olivo e gli uomini che lo custodiscono.  Un modo per far conoscere il paesaggio e il profumato e gustoso prodotto ma anche per trasformare un’occasione di svago anche in un’ulteriore opportunità di lavoro per le nsotre attività produttive” conclude Francesca Sebastiani, assessore alle Attività Produttive e Agricoltura.