Potenziato il nuovo ufficio ambiente a cui è stato affiancato anche il settore sviluppo.
03/11/2017
Potenziato il nuovo ufficio ambiente a cui è stato affiancato anche il settore sviluppo.


Istituito il numero verde 800012202 per emergenze e segnalazioni.
La percentuale della raccolta differenziata sfiora il 50 %.
 
 
 
 
Ufficio ambiente e sviluppo. Due settori, ambiente e sviluppo, apparentemente lontani ma che se messi in grado d’interagire tra di loro in maniera efficace ed efficiente possono rendere una città ospitale e confortevole, rispettosa dell’ambiente e in grado di tutelare il paesaggio e la storia. Un Ufficio nuovo, quello ubicato lungo via San Michele che ha gli stessi orari degli uffici di Palazzo San Michele, a cui dedicare, quindi, molte energie a queste due tematiche importanti dagli aspetti delicati. “Raggiunto un risultato importante che ci da lo stimolo per proseguire verso l’ambito traguardo del 70 % di raccolta differenziata. Grazie a chi ci ha creduto e ci ha aiutato in questo percorso” dichiara Laura Tavanti, assessore all’Ambiente. 
In poco più di 4 mesi dall’entrata in vigore del PAP in tutto il territorio comunale la percentuale della raccolta differenziata sfiora il 50 %. Un dato incoraggiante che conferma che il cammino intrapreso è quello giusto sia per i cittadini che per l’ambiente. Il Porta a Porta è attivo su circa il 90% del territorio, non ancora completamente a regime visto che nella zona sud del comune devono essere rimossi gli ultimi cassonetti. Al 30 agosto, la percentuale di raccolta differenziata sfiora il 50%. I rifiuti organici sono passati dai 27000 kg di gennaio ai 92.000 kg di agosto. La quantità di indifferenziato ha segnato un calo pari al -31% della produzione complessiva. Dati che confermano che la scelta del servizio sta danto i suoi frutti.
Ora dal nuovo ufficio ambiente di via San Michele si attendono,  con una certa aspettativa, i dati dell’autunno per tirare le somme di un progetto che parte da lontano. Dopo la campagna di comunicazione e sensibilizzazione portata avanti in quest’ultimo anno, dopo le decine d’incontri con la popolazione per spiegare le modalità della raccolta Porta a Porta è in corso in modo costante il controllo degli illeciti in materia di conferimento dei rifiuti e degli abbandoni sia con le foto trappole che attraverso la figura dell’ispettore ambientale dando, così, una svolta alla problematica. 70 gli interventi sanzionatori in un anno, con un drastico calo (quasi dimezzati) degli abbandoni e il significativo aumento delle chiamate per i rifiuti ingombranti. Attivato il numero verde gratuito 800012202 sia per le problematiche di natura ambientale che, in caso di emergenze, anche di protezione civile  per le segnalazioni. Viene data una collocazione alla tematica di ricerca di finanziamenti anche attraverso  bandi europei. Inoltre farà capo all’ufficio un’attività di ricostruzione del dato legato ai flussi turistici, in particolare quello delle strutture presenti nel territorio.