Settimana Santa: si rinnova il rito delle processioni.
31/03/2018
 Settimana Santa: si rinnova il rito delle processioni.


E questa sera la tradizionale “volata” con la statua del Cristo Risorto.
Chiesa della Collegiata.
 
 
 
Nonostante la minaccia della pioggia, centinaia di castiglionesi e non solo sono accorsi di ieri sera per assistere alla tradizionale e suggestiva processione di “Gesù morto”, compagnia del Gesù, che è partita dalla Chiesa della Collegiata.
Le processioni notturne della Settimana Santa continuano una secolare tradizione religiosa della popolazione castiglionese. Numerosi confratelli, appartenenti a tre diverse Compagnie (Compagnia S. Antonio, vestita di bianco; Buona Morte, vestita di nero e Compagnia del Gesù in blu) costituitesi tra il XVI e il XVII sec., sfilano con le loro cappe e la buffa sul viso per le strade principali della città, dietro i «crociferi», portando simulacri lignei in grandezza naturale, rappresentanti un momento della Passione di Gesù. La prima processione si è svolta martedì, partenza dalla Chiesa di San Francesco, Compagnia di Sant’Antonio, si chiama la processione di “Gesù arrestato nell’orto” per il simulacro ligneo che viene portato in processione. Il giorno dopo, mercoledì, si è tenuta la processione del Gesù legato alla colonna, Compagnia della Buona morte. Ieri, come detto, venerdì 31 marzo, si  è svolta  la processione di Gesù morto, compagnia del Gesù, che è partita dalla Chiesa della Collegiata.
Questa sera, presso la Collegiata, si terrà la tradizionale “volata” con la statua del Cristo Risorto. Il lunedì 2 aprile, giorno di pasquetta, processione di Gesù risorto. Partenza ore 17.00 da piazza della Collegiata.