La più meglio gioventù a Castiglion Fiorentino. Alla Sagra del Cinema si racconta l'Italia di oggi
09/07/2018
La più meglio gioventù a Castiglion Fiorentino. Alla Sagra del Cinema si racconta l'Italia di oggi


La Sagra proseguirà sempre al piazzale del Cassero con Marco Bocci (venerdì 13 luglio), e poi con il magistrato antimafia Alfonso Sabella (sabato 14 luglio) e la coppia Giorgio Colangeli e Marco D'Amore (domenica 15 luglio), protagonisti del film “Un posto sicuro” dedicato al caso-Eternit di casale Monferrato. 

La più meglio gioventù a Castiglion Fiorentino. Alla Sagra del Cinema si racconta l'Italia di oggi

Giovedì 12 luglio l'inaugurazione con il divertente spettacolo a ingresso gratuito di Francesco Montanari e Alessandro Bardani.
Massimiliano Lachi, assessore alla Cultura di Castiglioni: “Anche quest'anno porremo attenzione a temi di stretta attualità con l'approccio informale e partecipato che contraddistingue da sempre la manifestazione”.


Parlerà anche di legalità e di impegno civile, con un occhio attento alla contemporaneità, la Sagra del Cinema 2018, kermesse cinegastronomica al via a Castiglion Fiorentino giovedì 12 luglio.
“Nel programma di quest'anno – sottolinea Massimiliano Lachi, assessore alla Cultura di Castiglioni – porremo l'attenzione su temi importanti e di stretta attualità, e lo faremo con lo stile che contraddistingue la manifestazione fino dalla prima edizione: il confronto con protagonisti di altissimo livello in un clima informale e partecipato, per affrontare con ospiti e opere ed ospiti selezionati questioni di rilevanza sociale e di impegno civile”. A tagliare il nastro – giovedì alle 19 in piazza del Comune – saranno insieme alle autorità castiglionesi i due supervisori artistici Francesco Montanari e Alessandro Bardani, a seguire protagonisti di un incontro di “degustazione” e presentazione del programma della Sagra con il pubblico. Alle 21.30 Montanari e Bardani saliranno poi sul palco allestito nel piazzale del Cassero per La più meglio gioventù, un divertente spettacolo, scritto dallo stesso Bardani, in cui due amici si confrontano commentando le loro vite, quello che li circonda, come se aspettassero qualcosa o qualcuno che non arriverà mai. I due protagonisti interpretano loro stessi, scambiandosi battute sui costumi tipici della nostra società, con la voglia di cambiare (a parole) quello che li circonda, senza mai agire. Con uno stile che si ispira a film come “Clerks” e “Coffee and cigarettes” e al teatro canzone di Gaber, non mancano richiami a Woody Allen, Ben Stiller ma anche Pier Paolo Pasolini, Marco Tullio Giordana (“La meglio gioventù”) e a Samuel Beckett (“Aspettando Godot”). 
Nei giorni successivi della Sagra del Cinema toccherà poi a Marco Bocci (venerdì 13 luglio), al magistrato antimafia Alfonso Sabella (sabato 14 luglio) e alla coppia Giorgio Colangeli e Marco D'Amore (domenica 15 luglio), protagonisti del film “Un posto sicuro” dedicato al caso-Eternit di casale Monferrato. Incontri, proiezioni (e spettacolo teatrale) sono ad ingresso gratuito.
Programma completo: 
www.sagradelcinema.it