Il premio letterario “Santucce Storm Festival”, giunto ormai alla IV edizione, presenta "Donne di Roma" di Massimiliano Griner e Michela Ponzani.
07/04/2018 - 07/04/2018
  Il premio letterario “Santucce Storm Festival”,  giunto ormai alla IV edizione, presenta


Sabato 7 aprile ore 17.30 auditorium Le Santucce.
 
 
 
 
 
 
Al via la quarta edizione del premio letterario “Santucce Storm Festival” e  sabato prossimo, ore 17.30 auditorium Le Santucce, è prevista l’anteprima con la presentazione dell’ultima fatica del giornalista scrittore Massimiliano Griner “Donne di Roma”. L’evento, organizzato dal comune di Castiglion Fiorentino e dall’Icec, rientra nel progetto “Minevaganti” che vede al suo interno l’iniziativa “In principio i Totem”. Griner racconterà quella che è stata l’inerpicata strada dell’emancipazione femminile nella città eterna, dalle streghe alle prostitute, alle cortigiane amanti dei papi e cardinali, belle, colte, libere e che usano il sesso per avere potere. E ancora ruffiane e mammane; rivoluzionarie e modelle immortalate dai grandi artisti; donne costrette dalla miseria a lasciare le loro creature alla ruota degli esposti; donne rese folli dall’eccessiva responsabilità caricata sulle loro fragili spalle dalle famiglie; partigiane poi protagoniste della lotta per l’emancipazione nel dopoguerra. Donne di Roma è un viaggio attraverso i secoli tra vicoli, piazze, chiese, palazzi, salotti, bordelli e carceri, alla scoperta del volto oscuro della città eterna: le storie, i sentimenti, le tragedie delle sue donne.
Sempre sabato, ma di mattina, il giornalista Massimiliano Griner parlerà con gli studenti degli anni di piombo, argomento a lui caro avendo scritto più libri su quel periodo.
“Tra Castiglion Fiorentino e Massimiliano Griner è nata un’amicizia, letteraria e non solo. E’ un onore poterlo ospitare ed ascoltare il racconto della sua ultima fatica o, come al mattino, delle opere dedicate agli anni di piombo. L’occasione d’incontro diventa preziosa e di crescita per tutti, ragazzi e non” dichiara Massimiliano Lachi, assessore alla Cultura.
L’incontro letterario è aperto a tutta la cittadinanza.