“Divulgare con Rigore”, giornata conclusiva della seconda edizione della rassegna di narrativa “Santucce Storm Festival”.
08/12/2016 - 08/12/2016
“Divulgare con Rigore”, giornata conclusiva della seconda edizione della rassegna di narrativa “Santucce Storm Festival”.


Presenti, Michela Ponzani e Massimiliano Griner.
 
Ore 17.00, auditorium delle Santucce di via Dante.
 
 
 
Giornata conclusiva, giovedì prossimo 8 dicembre, della seconda edizione del concorso letterario  “Santucce Storm Festival”.
Alle ore 17.00 presso l’auditorium delle Santucce, in via Dante, si terrà la premiazione del libro vincente. Saranno presenti il volto noto di rai 3 Michela Ponzani, storica scrittrice e conduttrice della trasmissione di rai 3 “Il tempo e la Storia” e il giornalista-scrittore Massimiliano Griner, per lui  si tratta di un gradito ritorno. A moderare l’incontro il consulente di marketing e opinionista del sito web “Informarezzo” Piero Rossi. La giornata letteraria si apre con un convegno dal titolo “Divulgare con Rigore” tenuto proprio da due ospiti, successivamente si terrà la premiazione del libro vincente oltre alla consegna dei riconoscimenti a tutti i partecipanti.
14 scrittori per 6 mesi d’incontri che hanno allietato sia l’estate castiglionese che parte dell’autunno. “Che l’informazione possa se non cambiare ma almeno in parte modificare l’aspetto di una questione è cosa nota, oggi più che mai è necessario divulgare con rigore le informazioni e il sapere rispettando i fatti per come sono. Partendo da questo presupposto ritengo che l’evento di giovedì prossimo, 8 dicembre, sia un incontro da non perdere visto anche i due relatori d’eccezione, Michela Ponzani e Massimiliano Griner” dichiara Massimiliano Lachi, assessore alla Cultura.
 
 
Massimiliano Griner
 
Massimiliano Griner è nato a Milano tra la strage di Piazza Fontana e l'assassinio del commissario Calabresi. Dopo l'esordio con un breve racconto nell'antologia "www.fabula.it" (Fernandel, 1997), ha pubblicato "Otaku. I giovani perduti del Sol Levante" (Castelvecchi, 1999).

Nel 2000 ha pubblicato La "banda Koch". Il Reparto Speciale di polizia (1943-1944), Bollati Boringhieri, Torino, studio storico realizzato facendo uso, per la prima volta in questo genere di ricerche, non solo delle sentenze dei tribunali che si sono occupati del caso, ma della totalità dei loro atti istruttori, per un volume complessivo di circa 1,5 metri lineari di documenti inediti.

Attualmente Griner sta lavorando ad un profilo biografico di Junio Valerio Borghese (1906-1974).
 
 
I Libri di Massimiliano Griner
 
L'amore è l'arma più affilata 2015
Polvere nera 2015
Anime nere. Storie e personaggi dell'eversione di destra 2014
La zona grigia. Intellettuali, professori, giornalisti, avvocati, magistrati, operai. Una certa Italia idealista... 2014
Contropotere. La notte della Repubblica e i giornalisti che hanno cercato di fare luce (Igloo) 2014
Nell'ingranaggio. La scomparsa di Mauro De Mauro (Zona grigia) 2014
L'aquila e il condor. Memorie di un militante politico (Le radici del presente) 2012
Piazza Fontana e il mito della strategia della tensione (I leoni) 2011
I ragazzi del '36. L'avventura dei fascisti italiani nella guerra civile spagnola (Storica) 2006
Nel baco del calo del malo (Fernandel) 2006
La pupilla del duce. La legione autonoma mobile Ettore Muti (Nuova cultura) 2004
Otaku. I giovani perduti del Sol Levante (Contatti) 2003
La banda Koch. Il reparto speciale di polizia 1943-44 (Nuova cultura) 2000
 
 
Michela Ponzani
 
Studi:
Si è laureata in Lettere con lode all'Università di Roma La Sapienza con una tesi sulla memoria della strage delle Fosse Ardeatine, nel 2007 ha conseguito il Dottorato di ricerca in "Studi storici per l'età moderna e contemporanea" all'Università degli Studi di Firenze [1]. È stata borsista della Fondazione Luigi Einaudi di Torino (Manon Michels Einaudi per "Studi sulle culture politiche del XX secolo") e ricercatrice dell'Istituto storico germanico in Roma.
Carriera:
Ha fatto parte del gruppo di ricerca della Commissione storica bilaterale italo-tedesca (Deutsch-italianische Historikerkommission), istituita dai Ministeri degli Affari Esteri della Repubblica italiana e della Repubblica Federale di Germania, nel 2008. Per la Commissione, Michela Ponzani ha redatto un'antologia critica di memorie sulla prigionia dei militari italiani internati in Germania (IMI), tradotta anche in tedesco, con documenti provenienti dall'Archivio Segreto Vaticano. Per l'Istituto storico germanico in Roma ha diretto e coordinato un progetto di ricerca sulle memorie degli IMI, nell'ambito del programma della Commissione Europea “Europe for Citizens Programme - Education and Culture DG”, 2007-2013 Action 4. Active European Remembrance. La Ponzani è poi stata chiamata a far parte di un'équipe internazionale di ricercatori istituita presso il Centre d'études en sciences sociales de la défense presso il Ministero della difesa della Francia, a Parigi. La ricerca, coordinata da Olivier Wieviorka (École normale supérieure de Cachan – ENS) e da Antoine Prost (Università Paris 1 Panthéon-Sorbonne), ha indagato il tema della costruzione delle memorie pubbliche di guerra e della Resistenza nell'Europa post-bellica. Nominata consulente dell'Archivio storico del Senato della Repubblica, la Ponzani è stata Visiting Research Fellow presso il Remarque Institute della New York University con un progetto di ricerca sui "Children of enemies. Post-war memories, citizenship rights and childhood welfare policies in the Republican Italy (1948-1975)". Dal settembre 2016 conduce il programma di divulgazione storica, Il tempo e la storia, ogni giorno in onda su Rai 3 e su Rai Storia.
Ricornoscimenti:
La sua tesi di laurea, "Le Fosse Ardeatine dal massacro al mausoleo (1944-1996)" ha vinto la V edizione del Premio nazionale "Pier Paolo D'Attorre" .
Opere:
Autrice di numerosi saggi e studi sulla Resistenza e sull'Italia repubblicana, tra le sue pubblicazioni: